Yasuaki Onishi scolpisce lo spazio utilizzando il vuoto

Yasuaki Onishi crafted wiry sculptures of emptiness at ARTCOURT Gallery last November.

|
feb 2 2015, 6:45pm

[empty sculpture] 2014 | Wire, glue, light, other | 925×900×700 cm(Installation). Images courtesy the artist.

[empty sculpture] 2014 | 925×900×700 cm(Installazione). Immagini gentilmente concesse dall'artista

Lo scultore dello “spazio negativo” Yasuaki Onishi ha creato una struttura vuota ed eterea usando cavi intricati e colla nera, intitolata empty sculpture: l'intricata creazione è stata sospesa al soffitto per la sua mostra personale tenutasi l'anno scorso a Osaka, in Giappone. La lampadina all'interno della scultura proiettava delle ombre sul muro, creando uno spazio privo di esistenza materiale.

“Presento il mio lavoro come uno spazio in cui gli spettatori possono riflettere e sentire lo spazio in maniera conscia: chi osserva l'opera ha esperienza di un fenomeno paradossale che può essere considerato in diversi modi, che dipendono dal modo in cui vengono considerati il negativo e il positivo, l'anteriore e il posteriore, l'interiore e l'esteriore,” ha spiegato l'artista in una conferenza stampa. Onishi, che spesso utilizza il vuoto come medium, in passato ha creato installazioni di foreste di alberi scheletrici e palloni di plastica che rimbalzano.

Qui sotto, date un'occhiata alla sua ultima scultura:

Yasuaki Onishi: empty sculpture di Yasuaki Onishi su Vimeo.

[empty sculpture] 2014 |925×900×700 cm(Installazione)

[empty sculpture] 2014 | 925×900×700 cm(Installazione)

[empty sculpture] 2014 | 925×900×700 cm(Installazione)

[empty sculpture] 2014 925×900×700 cm(Installazione)