Lasciatevi inghiottire da un'illusione ottica grande come una stanza

Grazie a una tecnica di pittura usata durante la guerra, l'artista giapponese Shigeki Matsuyama trasforma una stanza in un'esperienza da capogiro.

|
ott 5 2016, 1:54pm

Immagini per gentile concessione dell'artista

Ai tempi della prima guerra mondiale, l'esercito militare inglese sperimentò la tecnica “razzle dazzle,” dipingendo le navi con elaborati pattern geometrici in modo da confondere il senso della distanza nel nemico. Nonostante la riuscita di queste  navi “dazzle” fu alternante, la tecnica camouflage ha condizionato artisti come Adam Harvey e il suo CV Dazzle makeup disegnato per ostacolare le tecnologie di rilevazione facciale.

Il dazzle painting è al centro di una delle nuove installazioni dell'artista giapponese Shigeki Matsuyama, che orna una stanza di fantasie bianche e nere  nella sua nuova mostra Narcissism: Dazzle Room. Oltre ai muri dipinti, Matsuyama mette nella stanza elementi scultorei con pattern simili, inclusi cuscini e una figura dazzle gigante. Ma Matsuyama porta la tecnica ad un livello ancora più alto, dipingendo una donna nel dazzle, creando uno spazio che è un'unica grande illusione ottica e psichedelica.

“Mi sono concentrato sull'ingannare lo sguardo dell'osservatore,” dice Mutsuyama a The Creator's Project. Ad esempio, gli specchi sono stati piazzati al fondo dei muri per creare l'effetto di una linea tra muro e pavimento difficile da distinguere e, il camouflage è stato dipinto in pattern radianti per rendere il punto di contatto tra i muri (gli angoli della stanza) difficili da vedere."

“L'effetto è che la percezione profonda, che normalmente occorre nell'immediato, è cancellata." E aggiunge, “Credo che lo sconforto che ne risulta sia connesso al concetto che sta dietro al lavoro."

Matsuyama ha fatto la scultura usando plastica con fibre rinforzate. Seguendo le sue direttive, due modellatori hanno creato il prototipo con polistirolo e argilla.

“Il pattern camouflage è stato dipinto direttamente sulla testa e gli arti usando pittura acrilica”, dice Matsuyama. “per i vestiti e il pavimento, ho dipinto 2m x 7m di compensato con pittura acrilica, li ho fotografati e li ho poi editati in forma digitale, stampati in un pavimento di tessuto e vinile. Per quel che riguarda il costume, un mio amico fashion designer l'ha creato seguendo le mie linee guida”.

L'inclusione di una donna dipinta stile dazzle, visualmente identica alla grande scultura, trasporta la mostra in un'atmosfera surreale. La disparità di misura dà all'esibizione una vibe simile a quella di Alice nel Paese delle Meraviglie, rendendo il tutto creato da Mutsuyama ancora più sbalorditivo visivamente.

Narcissism: Dazzle Room è di recente apparsa presso Rooms33 spazio di moda e design a Tokyo.

Clicca qui per vedere altri lavori di Shigeki Mutsuyama.